IOxTE: Annalisa e Luca raccontano l’esperienza a Milano!


A marzo e aprile 2015 Annalisa Imovilli e Luca Facchini, entrambi medici ematologi, si sono recati presso l’ospedale San Raffaele di Milano per frequentare il Reparto di Ematologia diretto dal Dott. Fabio Ciceri per approfondire tecniche e metodologie del Trapianto di midollo Aplo-identico. L’esperienza è finalizzata a realizzare questo tipo di trapianto entro il 2015 presso U.O. di Ematologia dell’ASMN di Reggio Emilia, ampliando così la possibilità di cura dei pazienti.
Leggi la loro storia!

IOxTE_Immovilli-Facchini_web1

Al nostro arrivo, abbiamo potuto apprezzare subito l’accoglienza dei nostri colleghi ematologi milanesi, che ci hanno messo a disposizione un appartamento vicinissimo all’ospedale dove poter sostare durante i due mesi di frequenza, e poter così vivere a pieno tutti i momenti di formazione e attività clinica.

Ma perché proprio Milano? E perché proprio il San Raffaele?

Il reparto di Ematologia del San Raffaele è noto a livello mondiale per l’esperienza maturata nell’ambito del Trapianto di Midollo “Aplo-identico”, ovvero quando il donatore di cellule staminali è compatibile solamente al 50% con il paziente.
Tale tipo di trapianto non è eseguito in tutti i Centri Ematologici per i maggiori rischi di complicanze e di “rigetto” derivanti dalla diversità tra il donatore e il ricevente, ed è spesso considerato come “alternativa all’ultimo posto” per pazienti che non hanno un donatore compatibile al 100% o che non possono aspettare di trovare un donatore tramite la banca dati mondiale ADMO.
Tuttavia, grazie all’esperienza maturata negli ultimi anni ed alle terapie di supporto disponibili, il Trapianto Aploidentico è oggi quasi paragonabile ad un trapianto compatibile se non al 100%, perlomeno all’80%.

La collaborazione con il San Raffaele è nata dal 2010, con la necessità di mandare alcuni nostri pazienti Reggiani a Milano per eseguire questo tipo di trapianto.
Nel 2011 vi è stato un periodo di frequenza presso il san Raffaele (Dr.ssa Annalisa Imovilli) per poter seguire i nostri pazienti.
Attualmente vi è una gestione in parallelo dei pazienti, che dopo aver superato la prima fase precoce del trapianto, tornano a Reggio per i controlli clinici.

Nei due mesi di permanenza a Milano, questa volta abbiamo voluto “visionare” tutte le Fasi del Percorso Trapianto, dall’idoneità del paziente, al ricovero, alla dimissione, ai controllo post-dimissione.

Abbiamo quindi seguito i vari medici responsabili di:

  • Fase “Transplant-coordinator”: primo accesso del paziente al centro per valutare la reale indicazione e idoneità al trapianto
  • Fase di scelta del donatore: eseguita al Centro Trasfusionale
  • Fase di Ricovero per il trapianto: degenza settore Q e D
  • Controlli in Day Hospital post- dimissione: gestione delle complicanze precoci
  • Controlli Ambulatoriali: GVHD e gestione delle complicanze long-term

E’ stata una esperienza fruttuosa sia come acquisizione di competenze cliniche da trasferire a Reggio, sia come collaborazione con i colleghi, ma soprattutto per i nostri pazienti, che potranno ora risparmiarsi i disagi di trasferirsi in altre città.

Annalisa Imovilli e Luca Facchini, medici ematologi


IOxTE_testata sito

Contribuisci

Contribuisci

Ogni aiuto è prezioso

Leggi di più

Altri progetti

Altri progetti

Scopri gli altri progetti di GRADE

Leggi di più



Per noi il tuo aiuto è prezioso

DONA ORA >>

FAI UNA DONAZIONE

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi e continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi