fbpx
 

Blog

1500 euro per Grade-No-Limits dalla serata al Binario 49

Aveva fatto registrare il “sold out”, pochi giorni fa, la serata dedicata al GRADE organizzata al Binario 49, caffè letterario di via Turri, con la visita guidata alla mostra fotografica di Sebastião Salgado ospitata negli spazi del locale. La serata ha avuto l’obiettivo di raccogliere fondi per il progetto GRADE-No-Limits, e ha visto l’intervento del Presidente della Fondazione Francesco Merli, che ha dialogato con Juliano Salgado, regista e figlio del grande fotografo brasiliano, che poi ha condotto la visita alla mostra. E venerdì Juliano ha fatto visita al CORE per incontrare nuovamente Merli e consegnare i 1500 euro raccolti durante l’iniziativa. Spiegano Claudio Melioli e Khadija Lamami di Binario 49, che hanno organizzato la serata a favore di GRADE:

Quando l’idea di realizzare una mostra con le foto di Sebastião Salgado era una possibilità remota pensammo subito che se avessimo potuto, a mostra avviata, avremmo dovuto fare qualcosa per Fondazione GRADE Onlus. Poi era arrivato il contatto insperato con il fotografo, tra i più importanti del mondo: “buongiorno sono Sebastião Salgado, scusate se vi disturbo, mi hanno detto che mi stavate cercando, ditemi cosa posso fare per voi?”. Siamo riusciti a convincere Salgado a credere in noi, nelle nostre idee e nei nostri sogni. Mentre eravamo in contatto quasi quotidiano con Salgado, abbiamo cercato anche Roberto Abati, Direttore di GRADE, e anche lui ci ha risposto un po’ come Sebastião: “Ditemi tutto ragazzi, cosa volete fare?” e noi gi abbiamo risposto che volevamo comunicare che siamo con la Fondazione, fare la nostra parte, che non possiamo curare nessuno ma prenderci cura di qualcuno lo sentiamo come un dovere”. Concludono Claudio e Khadija: “Così è incominciato tutto, organizzato per priorità e non per aspettative, un appuntamento, poche telefonate, l’incontro con la fantastica volontaria GRADE Lara, ed è subito amicizia. Poi con il dottor Francesco Merli, nostro ispiratore, uomo concreto, che ti ascolta e ti vede dentro. Juliano Salgado, in visita a Reggio Emilia per pochi giorni, ha tenuto a conoscere questa importante realtà e ci ha aiutato a organizzare la serata di raccolta fondi. Siamo riusciti con un piccolo contributo a donare 60 km, 1500 euro per il viaggio di “GRADE-No-Limits”, ricavando una bellissima esperienza e tante nuove amicizie. Grazie GRADE”.

Un ringraziamento ricambiato dal Presidente della Fondazione, Francesco Merli: “Anche per noi questa collaborazione è stata molto bella, fonte di nuove amicizie e possibilità di collaborare con Binario 49, che sono ancor più importanti dei fondi raccolti. Ne siamo davvero grati, così come a Sebastião e Juliano Salgado che hanno mostrato anche direttamente, di persona, quella sensibilità e umanità che traspare dalle fotografie esposte al Binario 49 e allo Spazio Gerra”.
La mostra “Africa” di Salgado proseguirà fino al 24 marzo: raccoglie il lavoro realizzato nei viaggi e nelle esplorazioni del fotografo brasiliano tra il 1974 e il 2005 nel sud del continente tra Mozambico, Malawi, Angola, Zimbabwe, Sud Africa, Ruanda, Uganda, Congo, Zaire e Namibia.