fbpx
 

Blog

L’Ematologia guarda al futuro e ai giovani

Il 2015 si è aperto nel migliore dei modi per GRADE Onlus. Tanti progetti all’attivo e un traguardo sempre più vicino: il cantiere del CO-RE è ormai alle battute finali e il
Gruppo Amici dell’Ematologia sta per concludere la propria raccolta fondi a favore del nuovo Centro Oncoematologico, oggi arrivata a oltre il 90% dell’importo complessivo per cui si è impegnato nel 2009 (parliamo di 2.450.000 euro). L’inaugurazione del CO-RE non dovrà essere un punto di arrivo, bensì di partenza: una volta costruita la struttura, è necessario riempirla di eccellenza. Per questo il 2015 di GRADE Onlus si concentra su progetti che guardano al futuro e ai giovani.

Oltre a investire, da tempo, circa 400 mila euro l’anno per avere professionisti (medici, infermieri, psicologa, data manager, personale di segreteria) che operano in Ematologia, GRADE ha deciso di finanziare diversi stage all’estero, per consentire a due medici e a una biologa di arricchire le proprie specializzazioni presso centri di ricerca di fama internazionale. In particolare, prepareranno le valigie per tuffarsi in una nuova emozionante avventura professionale Dott.ssa Barbara Gamberi, che trascorrerà 2 mesi all’Hospital Clinico Universitario di Salamanca (Spagna), Dott. Angelo Fama in attesa di stage oltreoceano e Dott.ssa Valentina Fragliasso che per 12 mesi sarà al Weill Cornell Medical College di New York. L’obiettivo di questo importante progetto è offrire ai giovani un’opportunità di crescita internazionale che, una volta rientrati, possano condividere con gli altri professionisti del Reparto, portando a Reggio Emilia nuove risposte scientifiche.

new.york.college
Proprio la biologa Valentina Fragliasso è stata la prima a trasferirsi oltreoceano per approfondire un innovativo studio sui linfomi, all’interno del Weill Cornell Medical College di New York, un centro di ricerca clinica e medica d’eccellenza negli States. Valentina è entrata a far parte del team del Prof. Giorgio Inghirami, il cui laboratorio è specializzato in biologia molecolare e malattie linfoproliferative, vantando importanti risultati scientifici conseguiti.

san raffaele.milano

Ma le novità non sono finite. Altri due medici avranno un’opportunità unica per la loro professione, ma soprattutto per garantire nuove risposte terapeutiche ai pazienti del Reparto di Ematologia: la Dott.ssa Annalisa Imovilli durante tutto il mese di marzo, e il Dott. Luca Facchini ad aprile, si recheranno presso l’Ospedale San Raffaele di Milano, nell’Unità Operativa di Ematologia e Trapianto di Midollo Osseo diretta dal Dott. Fabio Ciceri, per un periodo di formazione professionale finalizzato all’approfondimento delle modalità di esecuzione del Trapianto Aploidentico. Questo tipo di trapianto di midollo osseo è altamente innovativo, in quanto prevede la possibilità di trapiantare pazienti anche con una compatibilità del 50% con il donatore, offrendo a molte persone che non riescono a trovare un donatore compatibile al 100%, la disponibilità di un trattamento curativo. Dopo queste due importanti esperienze, a maggio 2015, un medico dell’Ospedale San Raffaele sarà poi ospitato presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova per iniziare a realizzare questo tipo di trapianto anche a Reggio Emilia.