fbpx
 

Blog

Pet Puzzle da record: inaugurata la nuova PET

Tante persone si sono riunite oggi, alle 15, davanti all’Ospedale Santa Maria Nuova. Una folla partecipe e commossa ha voluto «salutare» un’importante novità: è stata inaugurata la nuova PET, arrivata a Reggio Emilia dagli USA il 21 maggio e donata all’Azienda Ausl di Reggio Emilia grazie ai fondi raccolti con il progetto Pet Puzzle promosso da Grade Onlus.

“L’inaugurazione della nuova PET oggi – ha spiegato Roberto Abati, Direttore Generale della Fondazione GRADE Onlus – rappresenta un grandissimo traguardo che, ancora una volta, testimonia come la città di Reggio Emilia sia attenta e ricettiva verso i progetti importanti. Mi riferisco a Pet Puzzle, il grande puzzle da 20.000 pezzi di GRADE, che ha permesso di acquistare una macchina ad altissima tecnologia in poco più di un anno, unitamente a un finanziamento bancario. Ci eravamo dati come obiettivo di raggiungere l’importo di 2 milioni di euro in 3 anni ma, grazie alla generosità di una comunità intera, abbiamo superato ogni previsione. Oggi vedere la PET è all’interno della Divisione di Medicina Nucleare del Santa Maria è un’emozione forte, che vogliamo condividere con tutti coloro che ci hanno supportati: per questo desidero ringraziare di cuore gli oltre 1.300 donatori, ma anche la Fondazione Manodori, Unindustria Reggio Emilia e Credem, che tutti insieme hanno permesso all’ospedale cittadino di ottenere una dotazione tecnologica all’avanguardia, che avrà sicuramente una ricaduta sanitaria importante per tutto il nord Italia. Ora la raccolta fondi di Pet Puzzle – che ha superato il 72% dell’importo complessivo – continua per coprire il finanziamento ottenuto.”

La nuova PET è una macchina ad altissima tecnologia, una metodica di diagnostica per immagini che consente di individuare precocemente i tumori e di valutarne la dimensione e la localizzazione: acquistata dalla General Electric negli Stati Uniti, la nuova apparecchiatura Discovery MI, acquisita nella configurazione più avanzata presente al momento in Italia, ha trovato posto nel reparto di Medicina Nucleare del Santa Maria Nuova, in un locale di 42 metri quadrati appositamente predisposto e, già dalla prossima settimana, vedrà il primo paziente.

La cifra di 2 milioni di euro necessaria all’acquisto proviene dalle generose donazioni di 1.339 tra cittadini, aziende, associazioni, e dal contributo di Fondazione Manodori e Unindustria Reggio Emilia: lanciata il 15 dicembre 2016, con la prospettiva di un triennio di durata, la raccolta fondi ha raggiunto oggi – in poco più di 1 anno – la cifra di 1.438.097 euro, che corrisponde a 14.422 dei 20.000 pezzi che compongono il grande Pet Puzzle, rendendo possibile anticipare l’acquisizione dell’apparecchiatura grazie a un finanziamento di Credem per la restante parte della somma necessaria.

Alla cerimonia, che si è svolta all’aperto davanti all’ingresso principale dell’ospedale Santa Maria Nuova, erano presenti il Direttore generale dell’Ausl IRCCS di Reggio Emilia Fausto Nicolini, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi, il direttore generale di GRADE Onlus Roberto Abati e il Direttore del Reparto di Ematologia Francesco Merli, ma anche il presidente della Fondazione Manodori Gianni Borghi e il presidente di Unindustria Reggio Emilia Mauro Severi.
L’inaugurazione prevede poi visite guidate tra sabato 16 e domenica 17 giugno, aperte a tutta la cittadinanza: sabato dalle 16.30 alle 18.30 e domenica dalle 10 alle 17. Il punto di ritrovo per il percorso di visita è la sala di attesa degli sportelli polifunzionali, al piano  terra del Santa Maria Nuova, con accesso dall’ingresso principale dell’ospedale.

GUARDA il video dell’arrivo a Reggio Emilia della PET!