fbpx
 

Loredana

Loredana

“14 febbraio, S. Valentino. Di solito in questo giorno si festeggia la giornata degli innamorati. Io quel giorno, insieme alla mia famiglia, ero nel Reparto di Ematologia, con il cuore in gola e lo stomaco sottosopra”.

Ricordo la folla di persone che mi guardavano, mentre piangevo e tremavo come una foglia, solo al pensiero dell’esito degli esami. L’esito non tardò ad arrivare: LAM, Leucemia Mieloide Acuta.
Non piangevo tanto per l’esito, ma per il mio bambino, che sarebbe rimasto solo. Sì perché, nel mio pensiero, solo io riuscivo a prendermi cura di lui.
Lo ammetto, sono stati mesi duri, mesi in cui sono stata sostenuta dalla mia famiglia, zii, cugini amici, ma anche da persone speciali nel cuore: ai miei occhi non sono solo dottori, infermieri, OSS competenti nel loro lavoro, sono persone con un’umanità incredibile.
Ho scoperto di non avere un figlio, ma una roccia di ragazzino: ha sofferto ma non ha mai perso la speranza.
Ricordo un suo messaggio che tengo custodito gelosamente nel mio diario e nel mio cuore. Oggi lo voglio condividere con voi:

Mamma io non ti voglio bene, ti AMO, mamma tu non sei bella ma BELLISSIMA, MAMMA IO E TE PER SEMPRE!!!!!!

Tutte le mattine la telefonata del buongiorno e tutte le sere della buonanotte, non mi ha mai abbandonata, come d’altronde nessuno.
Il 20 giugno ho fatto il trapianto: il mio donatore era al 50%, quindi mi sono spostata a Milano per circa 2 mesi e un ringraziamento va anche a loro per la professionalità.
Mio fratello maggiore mi ha salvato la vita, la mia mamma è stata la mia ombra, mio fratello minore mi ha preso tra le sue braccia e non mi ha mai mollata.
Un ringraziamento va anche al mio compagno che ha trattato mio figlio come fosse suo.
Un grazie speciale al mio papà, ai miei zii, cugini, amici, alle mie amiche di camera, che non mi hanno mai fatta sentire sola in questo iter difficile, ma non impossibile.

PS: io mi chiamo Loredana, ho 30 anni, compio gli anni il 9 dicembre. Ma da quest’anno festeggerò insieme a mio figlio il 20 giugno… ehhh già 12 anni fa. Il giorno 20/6/2001 alle ore 17:50 ho dato alla luce il mio capolavoro… 12 anni dopo lo stesso giorno allo stesso orario sono rinata!
Sarà un caso?
Un augurio speciale a tutti voi che leggete… a tutti voi che avete dedicato del vostro tempo, nel leggere questo piccolo pezzo della mia vita……..
E come dice Tiziano Ferro nella sua canzone… Vorrei che fosse oggi, in un attimo già domani per reiniziare e stravolgere tutti i miei piani. Perché sarà migliore e io sarò migliore. Come un bel film che lascia tutti senza parole.