Ricerca scientifica

GRADE per la ricerca scientifica

Dal 2002

Progetto Linfocare
sostenuto da Fondazione Giulia Maramotti

18

anni di ricerca

100 mila euro

ogni anno

1,7 milioni di euro

investiti in totale

Dal 2002 GRADE sostiene il progetto Linfocare, promosso dal Reparto di Ematologia e finanziato dalla Fondazione Giulia Maramotti, per favorire la ricerca clinica e di laboratorio su linfomi e altre malattie linfoproliferative.

Insieme al laboratorio di biologia molecolare, rappresenta la garanzia di proposte diagnostiche e terapeutiche all’avanguardia, contribuendo anche a studi internazionali.

Cos’è il Progetto Linfocare

Da 2002 la Fondazione GRADE Onlus sostiene il Progetto Linfocare, promosso dalla Struttura Complessa di Ematologia dell’Ausl IRCCS Cancer Center di Reggio Emilia e finanziato dalla Fondazione Giulia Maramotti, per favorire la ricerca clinica e di laboratorio su linfomi e altre malattie linfoproliferative.

In 18 anni di ricerca sono stati investiti 1,7 milioni di euro: grazie al Progetto Linfocare e al laboratorio di biologia molecolare, il Reparto di Ematologia è in grado di produrre eccellenza e garantire proposte diagnostiche e terapeutiche all’avanguardia. Ma anche di raccogliere e analizzare i dati dei pazienti affetti da linfoma e di contribuire a studi internazionali.

Oggi la Struttura Complessa di Ematologia dell’ASMN IRCCS Cancer Center di Reggio Emilia è considerata un centro di ricerca affidabile, riconosciuto in Italia e all’estero per:

Creazione di un team di professionisti specializzati sui linfomi, formati negli Stati Uniti e continuamente aggiornati

Definizione di percorsi diagnostico – terapeutici condivisi che evitano la diversificazione e la frammentazione nell’approccio al paziente

Partecipazione a progetti di ricerca clinica internazionale

Creazione della “Tissue Bank” (raccolta e conservazione del tessuto, del DNA e del RNA) per la definizione dei profili di espressione genica

Creazione della Sieroteca

Promozione di convegni di studio sui linfomi

“L’impegno per l’attività di ricerca – ha spiegato Francesco Merli – ha visto nel quinquennio 2012-2016 un incremento in termini di risorse impiegate. Tale sforzo ha trovato riscontro sia nel numero di studi clinici e di progetti attivati, che, soprattutto, nella produzione scientifica e nella visibilità nella comunità scientifica internazionale impegnata nello studio dei linfomi”.

Per questo, la Fondazione Giulia Maramotti ha deciso di rinnovare il proprio impegno per altri 5 anni, finanziando il Progetto Linfocare anche nel quinquennio 2017-2021.

Image2

PROGETTO LINFOCARE

Scarica il consuntivo 2012-2016

Guarda il video
15 anni di Progetto Linfocare: le storie dei pazienti