fbpx
 

Blog

Quest’anno la cena di Natale GRADE sarà virtuale, ma brinderemo insieme su Telereggio

Fondazione GRADE Onlus mette a disposizione un apposito kit per sentirsi vicini e solidali anche da casa propria

Saranno delle festività molto particolari quelle di quest’anno, segnate da una situazione sanitaria mondiale senza precedenti. Ma le limitazioni alle possibilità di stare insieme fisicamente hanno avuto la capacità di rafforzare altri tipi di vicinanza, solidarietà e sostegno reciproco. E così il Natale di Fondazione GRADE Onlus vivrà il proprio momento centrale, la tradizionale Cena degli auguri, in una modalità nuova: uniti anche se a distanza. La cena ogni anno rappresenta l’occasione per il GRADE di incontrare amici e sostenitori, illustrare l’andamento delle attività e dei progetti portati avanti, rendere noti i risultati raggiunti. Quest’anno è stato costruito un evento a distanza, che avrà al centro una trasmissione in diretta su Telereggio, lunedì 14 dicembre, dalle ore 21. Un appuntamento con ospiti, testimonianze e interventi. Anche il pubblico da casa sarà protagonista attivo del programma. Potrà intervenire in diretta chiamando gli studi di Telereggio, potrà esprimere i propri commenti e interagire con gli ospiti anche inviando messaggi. Sempre attraverso whatsapp o gli sms, sarà possibile inviare fotografie che l’emittente trasmetterà durante la serata e pubblicherà sui suoi profili social. Il numero fisso per le telefonate è 0522 304441, il cellulare è 380 6811021.
Per sentirsi ancor più vicini e “presenti” all’evento, GRADE ha ideato anche un apposito kit, per partecipare alla cena anche da casa: è composto da un panettone o un pandoro Melegatti, nella bellissima confezione di latta, una bottiglia di spumante Lombardini in edizione limitata con un’etichetta realizzata appositamente, e un centrotavola GRADE. Per prenotare il proprio kit è possibile telefonare alla segreteria della Fondazione al numero 0522 295059, o scrivere a info@grade.it. Tutte le informazioni sono disponibili qui >>

“Quello che stiamo attraversando – spiega il Direttore generale della Fondazione, Roberto Abati – è un periodo storico difficile per tutti, ma proprio per questo è fondamentale sentirci vicini e solidali tra noi, anche se distanti. Seppure non avremo la possibilità di vederci faccia a faccia, è comunque molto importante trovare il modo di guardare al nuovo anno con un segnale di coraggio e ottimismo: questa cena “virtuale” ha proprio questo obiettivo. Il kit messo a disposizione da GRADE ci offrirà un modo per brindare comunque insieme, distanti ma uniti, perché più che la presenza fisica, a far sentire le persone vicine è soprattutto la condivisione di valori e obiettivi”.
Conclude Abati: “Ovviamente anche il ricavato dei kit, come sarebbe stato per la cena tradizionale, andrà a sostenere i progetti GRADE che hanno ricadute positive sulle strutture ospedaliere, fondamentali in questo periodo in cui viene chiesto un nuovo, grande sforzo al personale sanitario, medici, infermieri e ausiliari, per affrontare la situazione di emergenza. In particolare intendiamo arrivare a perfezionare il prima possibile l’acquisto della nuova SPECT-CT del costo di oltre 700.000 euro, da donare al reparto di medicina nucleare del Santa Maria Nuova, strumento diagnostico di grande importanza. Inoltre intendiamo acquisire il quinto anello della PET-CT, già acquistata nel 2018, ma che grazie a questo completamento ci permetterà di essere i primi in Italia a poter disporre di tale tecnologia: un progetto che richiede altri 100.000 euro di investimento”.